Turtle House: Un'oasi di pace in mezzo al cemento.

Bangkok 18 Gennaio 2018.

Con Irene e Stefano i nostri vicini di casa che sono venuti a trascorrere un mese di vacanza qui in Thailandia decidiamo insieme di andare alla ricerca delle Turtle House, la casa dove visse Tiziano Terzani, uno dei nostri scrittori più amati e che ha ispirato centinaia di viaggiatori. 

"Un'oasi di vecchio Siam in mezzo all'orrore del cemento" con queste parole Terzani descriveva la sua Turtle house, la casa galleggianete di Bangkok dove visse dal 1990 al 1995 e che ispirò una delle sue opere più importanti: Un indovino mi disse.

Una casa distrutta per lasciar spazio ad un altro ammazzo di cemento. la ricerca ci è costata ben due ore di cammino tra il sole cocente di Bangkok, i grattacieli e le molteplici viuzze tutte identiche e a furia di chiedere a passanti, autisti e motociclisti arriviamo in un vicolo circondato da una recinzione di Bambù. Si, è proprio lei, sentiamo che siamo arrivati. 

Il recinto è vecchio e sta cadendo a pezzi ma racchiude una perla rara. Ad accoglierci è Kamsing, custode e giardiniere di Tiziano Terzani che in tutto questo tempo si è preso cura di questo gioiello naturale e autentico ingabbiato, oramai, da molteplici grigi grattacieli imponenti e terribili. E' a dir poco emozionante essere lì. La pelle d'oca è costante e ogni minimo dettaglio è catturato dalla nostra attenzione. Non è una fantasia; tutto ciò che abbiamo letto per anni nei suoi libri si è realmente materializzato davanti ai nostri occhi. E' come un tuffo in un passato storico, un passato in cui entri in punta di piedi. La casa è bella, così bella da non renderle giustizia; il laghetto e tutte le piante, con gli alberi attorno, ricreano un'atmosfera paradisiaca, un vero cosmo vegetale dove animali di ogni tipo vi trovano ospitalità. La struttura della casa, interamente in legno, è ancora bella solida, donando antichità e familiarità. 

Kamsing ci accompagna nelle stanze, passo dopo passo, prima nella sala, poi nella camera da letto di Angela e Tiziano, in quella di Saskia e Folco, dove a fianco fa capolino un quadro di un santone. Ci lasciamo trasportare dai ricordi trascritti di Terzani, quasi come se fossero nostri; i dettagli possiamo toccarli, sono proprio li davanti ai nostri occhi. Tutto ciò che era descritto nel libro si è materializzato quasi come per magia.

Ci ritagliamo un momento in solitaria sul laghetto una volta abitato dalla famosa tartaruga centenaria, ora trasferita a sud della Thailandia. Ci sediamo tutti e quattro contemplando la vegetazione tropicale e la nostra mente si affolla di mille domande. Come è possibile distruggere un posto del genere per fa spazio ad un altro edificio uguale a tutti gli altri? Come è possibile che al giorno d'oggi, posti del genere non vengono salvaguardati? Notiamo lo sguardo di Kamsing, triste e rassegnato dal fatto che docrà dire addio ad un posto che lo ha ospitato per almeno trent'anni, condividendo momenti di vita con la famiglia Terzani. Un pezzo di storia perso, un luogo dove l'anima può venirsi a riposare dai tormenti quotidiani della vita, spazzato via come se niente fosse.

Neanche la petizione lanciata da Kamsing stesso anni fa è riuscita a salvarla e con uno sguardo pieno di rammarico ci dice di come siano già venuti a "Saldare il conto".

Lungo il sentiero ciottolato che ti porta al cancello di Bambù, salutiamo Kamsing a mani giunte e con un sorriso, un sorriso che possa rassicurarlo e ringraziarlo, al tempo stesso, di averci permesso di godere per l'ultima volta la visita all'interno di questa casa magica e dall'energia intensa. Una casa ricca di significato e di messaggi, di momenti di vita quotidiana. Una casa che ha arricchito maggiormente la nostra esperienza ed il nostro bagaglio emozionale. Una casa che salutiamo con gli occhi lucidi ma con il cuore pieno di ricchezza.

  • White Facebook Icon
  • White Instagram Icon
About Us

Due puntini in mezzo al mondo con una voglia matta di tracciare linee infinite all'interno di esso.

 

Search by Tags

© 2023 by Going Places. Proudly created with Wix.com